Facebook: la grande fuga degli adolescenti

15 Dicembre 2018 |

Secondo una recente indagine, poco più del 50% degli adolescenti utilizza Facebook.
 

Sono finiti i tempi in cui il social network  di Mark Zuckerberg era il regno degli adolescenti. Con il passare degli anni, la percentuale di trentenni (o più) ha preso il sopravvento, frutto di un trend che ha visto trasformare Facebook nel social prediletto per parlare e discutere di politica, società, gattini e altri contenuti che ai più giovani non interessa o non desidera affrontare sui social.

Un calo così drastico, tuttavia, difficilmente se lo aspettavano nella sede di Menlo Park, California: a rivelarlo è stato il sondaggio “Teen, social media e Technology 2018”, condotto dalla Pew Research Center, una think tank statunitense con sede a Washington che fornisce informazioni su problemi sociali, opinione pubblica, andamenti demografici sugli Stati Uniti ed il mondo in generale.

Quest’indagine, infatti, ha evidenziato come solo il 51% degli adolescenti (13-17 anni) statunitensi utilizza Facebook, contro il  71% del biennio 2014-15, con un calo, quindi, di ben venti punti percentuali.

 

Cosa preferiscono, quindi, i teenager? YouTube, Instagram e Snapachat, ossia social network più semplici e diretti e non caratterizzati dalla recente polemica sulla privacy scaturita dopo il caso Cambridge Analytic.  Twitter (ma dai?) e Tumblr, invece, vengono utilizzati sempre di meno.

Come si comporterà Facebook? Troverà un modo per rendere, nuovamente, appetibile la sua piattaforma per gli uneder 18? Staremo a vedere. Restate connessi sui nostri social network e sui blog per non perdervi le prossime news al riguardo.